Non ho più paura degli zombie. Tiziana Battisti racconta…

Italian Zombie. Cronache dalla resistenza, 80144 edizioni (2013), 304 pagine, 13 euro

Questa con Tiziana Battisti, scrittrice che stimo profondamente fin da quando, qualche anno fa, ha pubblicato il primo racconto con 80144 edizioni, non è una vera e propria intervista. La “traccia” su cui ci siamo mosse è quella seguita con gli altri scrittori nelle interviste precedenti, ma Tiziana ha preso la parola e ne è venuto fuori questo racconto intenso di un’esperienza molto particolare.

Io ho scritto Storia di Giovanna Lima.
Quando Paolo mi ha proposto il progetto, ho pensato che fosse più per la stima che ha nei miei confronti e per la nostra lunga collaborazione, piuttosto che per il fatto che mi credesse adatta a parlare di zombie… ma tant’è.

tizianaHo iniziato a scrivere il racconto in circostanze particolari, subito dopo essere stata costretta a letto per vari giorni a causa di una minaccia di aborto. Da poche settimane avevo saputo di essere incinta, e subito avevo cominciato a riflettere su cosa significasse aspettare un bambino in un mondo pieno di zombie, e stranamente il pensiero si legava molto di più alla precarietà della crisi e alla ferocia dei conti economici più che alla paura della morte.
Poi, quando la mia gravidanza è stata allagata dalla paura dell’aborto, il mio racconto si è forgiato sull’idea dell’impossibilità di mettere al mondo una creatura a cui non si potesse garantire l’esistenza.

Il personaggio di Antonio (marito di Giovanna) rappresenta un contraltare, un ottuso ma sano istinto alla sopravvivenza, necessario al tessuto narrativo, anche se poi si rivelerà più minaccioso dei morti viventi.
Poi, quando mi è stato detto che la gravidanza era fuori pericolo, ho potuto tirare un sospiro di sollievo, e finalmente ho potuto concludere serenamente il racconto, ma coerentemente con la storia di Giovanna che ancora invece si trovava a vivere la sua gravidanza in un mondo minaccioso e immutato.

Susanna è nata il 23 settembre e alla nascita era una gigantona di 54 cm e di Kg. 4,160… una bellissima capellona  che sembrava avere già un mese!!!!
E io sono felice di non dover avere paura degli zombie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...