Una chicca da una piccola casa editrice napoletana

Maurizio De Giovanni, L’omicidio Carosino. Le prime indagini del commissario Ricciardi, Cento Autori *Tracce Misteriose* (2012), 112 pagine, 9 euro

Carosino2Maurizio De Giovanni ha pubblicato con Fandango, Mondadori, Einaudi, ma io ho scoperto, questo meraviglioso autore, che sicuramente leggerò ancora e ancora, grazie a una casa editrice (non annoverabile fra i colossi editoriali), Cento Autori di Napoli.
Sono questi attivissimi e bravi piccoli editori che hanno pubblicato una sorta di “appendice” alle avventure del commissario Ricciardi, solitario e arguto investigatore, che ha un dono eccezionale e spaventoso allo stesso tempo. Vissuto in epoca fascista e costretto a subire spesso le dinamiche del regime anche nelle sue indagini, riesce a vedere con una chiarezza inquietante i morti nei loro ultimi attimi di vita. Il Fatto lo chiama, ha perfino paura nel definire questo dono, così utile, ma a volte così prepotente da dargli sgomento, in maniera più precisa.
No, non è come pensate. Le indagini non si risolvono come per magia grazie al Fatto. Da queste visioni arrivano a Ricciardi solo input, a volte dietro frasi sconnesse, a volte con segnali che solo un investigatore attento (più simile a Sherlock Holmes prima maniera, che ragiona a fondo anche sul più indizio) e umile può cogliere, che lo aiuteranno a sbrogliare la matassa di casi a volte ingarbugliati, dove non necessariamente il colpevole più ovvio sia quello vero.

I tre racconti pubblicati da Cento Autori rappresentano una sorta di carta di identità, da cui non si può prescinedere, nemmeno dopo aver letto tutto ciò che è stato pubblicato, per conoscere a fondo uno dei commissari più interessanti degli ultimi tempi. Cento Autori ha fatto una scelta editoriale più che condivisibile e ha offerto tre racconti che aiutano a entrare in contatto con De Giovanni e con Ricciardi e con diversi aspetti fondamentali dell’autore e del  personaggio. Una sorta di linea guida per capire le ragioni della solitudine scelta e cercata dal commissario, del suo vivere ancora insieme a una tata che lo osserva, lo protegge, lo cura (nel corpo e nello spirito) nonostante la sua età; affacciarsi, come lui alla sua finestra, la sera, quando torna a casa sfinito dalla giornata di lavoro, sulla sua passione nascosta e pura (così pura da sembrare quella leopardiana per Silvia) per la vicina di casa; comprendere le ragioni di una personalità (umana e professionale) sempre in contraddizione.

Abituata al burbero ma caciarone (e mangione Montalbano), per cui provo stima e affetto, mi sono sentita investire da una boccata d’aria nuova leggendo questi racconti. Ormai chi scrive gialli è profondamente legato alla figura e alle dinamiche camilleresche, che a ragione e con immensa capacità e talento ha fatto scuola. Ma una voce nuova, veramente nuova, si sente. E forte. De Giovanni ha uno stile d’altri tempi, ma che non sa né di naftalina né di un’imitazione forzata dei classici. Reinventa il linguaggio, lo plasma secondo la storia che vuole raccontare e lascia una sensazione di viaggio nel lettore: in un’altra epoca, in un’altra società, in infinite possibilità di incontro e scoperta.

Interessante “sentire la voce” dello stesso autore, a chiusura della raccolta, che racconta il suo incontro con Ricciardi, la sua personale – e casuale, seduto al tavolino di un bar – scoperta del suo personaggio.

Da segnalare, sul sito della casa editrice www.centoautori.it, una colonna dedicata alle notizie di cronaca che riguardano la Campania

Annunci

Un pensiero su “Una chicca da una piccola casa editrice napoletana

  1. Ferruccio Bravi ha detto:

    Teneteci aggiornati delle vostre novit. Il nostro “Gruppo di Studio Auser” far altrettantoe faremo altrettanto.Auguri per il 2013 che sia meno pestifero del 2012. Prof. Ferruccio Bravi Avenida Manuel Felipe Tovar, 36. p. Terepaima, Urban. San Bernardino. Caracas 1060 Venezuela. Date: Thu, 27 Dec 2012 21:07:16 +0000 To: silvalentauser@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...