Patrizia Rinaldi e Nadia Terranova – Caro diario ti scrivo

Sonda *Ragazze come te* (2011), 196 pagine, euro 10,36

Prima regola da seguire davanti al diario segreto di una dodicenne: non aprirlo. Mai. Non sbirciare, non chiedere all’autrice cosa ha scritto, non toccarlo.
Il diario scritto e curato da Nadia Terranova e Patrizia Rinaldi invece va assolutamente aperto. Perché è divertente, è interessante, è curioso ed è il frutto di un progetto ben strutturato e ben costruito. Rivolto alle ragazzine, ma piacevole da leggere anche per le più grandi, dà voce (attraverso le autrici) a sei donne diventate scrittrici famose in età adulta. Patrizia e Nadia tornano dodicenni e vestono i panni rispettivamente di Matilde Serao, Anna Maria Ortese e Silvina Ocampo e Beatrix Potter, Emily Dickinson e Jane Austen, interpretando quello che all’epoca doveva essere un grande talento in procinto di germogliare.

Ciò che probabilmente accomuna le confidenze delle bambine con lo spirito delle autrici del libro è l’urgenza di scrivere, la voglia di gridare al mondo la passione per la letteratura, la fame di carta stampata e le difficoltà, le “avventure” che questo amore chiama ad affrontare, oggi come duecento anni fa.
Ottima prova di stile (oltre che di passione) per le due scrittrici che si calano perfettamente in quello che è stato lo spirito, la vita vissuta delle autrici di cui “inventano” i diari, cambiando completamente registro ogni volta: curioso il diario senza virgole di Emily Dickinson, emozionante perfino quando la piccola scopre (attraverso Nadia) che nella poesia non ci sono virgole non ci sono le virgole! Nella poesia le regole delle virgole non sono importanti la poesia può essere il mio regno; forte la spinta letteraria che domina Patrizia quando si cala nel mondo fantastico della irriverente Silvina Ocampo; al caro e insulso diario lei dice: Ti scriverò, d’accordo, hai vinto. A un patto: la penna diventerà encantada solo con la lingua madre, la donna di Spagna.

Sono diari che permettono – soprattutto a un pubblico più giovane – di avere un approccio soft con la letteratura e magari interessarsi ad autrici che non vengono lette di norma a scuola.
La scelta delle scrittrici rivela anche una sensibilità spiccata da parte delle autrici della raccolta, che hanno militato e militano fra i banchi delle scuole di fronte a bambini e ragazzi, carpendone le esigenze di lettura e parlando la loro lingua (che, permettetemi di dirlo, a 12 anni non può – ancora – essere quella di Ignazio Silone o di Carlo Cassola che ancora sono “invitati” a leggere durante le vacanze estive).

Alle pagine di diario delle scrittrici, segue una storia biografica, una scheda con curiosità, aneddoti e strumenti utili alle piccole lettrici (nella scheda di Beatrix Potter, per esempio, un rimando al sito da cui scaricare disegni da colorare) e “ho inventato il diario perché”, trait d’union conclusivo e chiusura del cerchio di ogni diario. Al lettore scegliere se iniziare – come suggerito dalle curatrici-autrici – sbirciando il diario e, solo dopo, conoscere e riconoscere la scrittrice oppure leggere prima la sua nota biografica e poi infilarsi in un suo attimo di vita così intimo e personale.

Le autrici di questa raccolta regalano completamente il loro mestiere alle scrittrici, svelandosi solo alla fine, con una loro personalissima pagina di diario pescata nei ricordi di dodicenni;  salutano così idealmente il lettore che, talmente preso dalla bella lettura, a volte dimentica che Beatrix, Anna Maria e le altre in realtà non hanno mai scritto queste pagine.

Dopo l’antologia Scrittori in cucina (di cui trovate la recensione qui), un’altra bella idea di Nadia Terranova.
Questo è il sito della casa editrice Sonda.

 

Annunci

5 pensieri su “Patrizia Rinaldi e Nadia Terranova – Caro diario ti scrivo

  1. silvio valenti de Wederschaun ha detto:

    mandatemi un paio di pagine del testo per giudicarlo. A mia volta, non a scopo di lucro o comunque propagandistico, vi invierò un paio di pagine del mio libro d’imminente pubblicazione “Le piaghe d’Italia’ . Auguri alla vostra penna. Silvano Valenti – silvalentauser@hotmail.it

  2. francesca giannetto ha detto:

    Buonasera Silvano, mi dispiace ma io non posso inviarle il testo in quanto non sono né l’autrice né faccio parte della casa editrice che lo ha pubblicato. Le consiglio quindi di rivolgersi alle autrici o alla casa editrice, forse fanno più al caso suo. La ringrazio per l’attenzione che dedica al mio blog e le auguro buona fortuna con il suo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...