Zadie Smith – Cambiare idea

Minimum fax *Sotterranei” (2010), 424 pagine, 19 euro

Avevo letto “Denti bianchi”, il suo primo romanzo, e mi era piaciuto parecchio. Poi erano usciti “L’uomo autografo” e “Sulla bellezza”. Qua e là per siti web, antologie italiane ed estere, potevi trovare racconti e interventi; ha curato un’antologia in veste di editor (“The Book of Other People”). Quindi non c’è da stupirsi se un giorno arriva la newsletter della casa editrice minimum fax che annuncia l’uscita di una raccolta di saggi scritti da Zadie Smith.

Il titolo originale è Changing my mind. Occasional essays, dove l’aggettivo occasional (“sporadico”, “di circostanza”) racconta la genesi dei saggi che spaziano fra vari argomenti (cinema, sentimenti, letteratura, società, viaggi): scritti su richiesta di testate giornalistiche, preparate per interventi all’Università, prodromi di un romanzo, riflessioni libere. Tutti raccolti insieme fanno un tomo di oltre 400 pagine, da leggere come un diario personale degli affetti e dei gusti della scrittrice.

Molto precisa – come in una buona antologia critica – quando scrive di letteratura e analizza – servendosi di citazioni che commenta con intelligenza e personalità – le opere, lo spirito, la vita di Nabokov, Kafka, Barthes fra gli altri; approfondita e particolarmente sentita l’analisi su un’opera e sui “doni difficili” dello scrittore (e amico) David Foster Wallace che chiude il libro.

Ci sono saggi più “leggeri”, soprattutto le recensioni di film, dove si ritrova la Zadie Smith frizzante e ironica, capace di essere informale e rivolgersi al lettore come fosse seduta con lui al tavolo di un caffè in piazza; idem per il suo diario della partecipazione – da inviata – alla cerimonia degli Oscar, con un vestito troppo “ingombrante” e uno sguardo spassionato davanti alla grande macchina hollywoodiana.

Zadie Smith si spinge fino in “casa nostra” con un saggio su Anna Magnani e una riflessione sul suo film forse più intenso, “Bellissima”, che costituisce un’occasione di analisi sulle donne e sul cinema; donne e cinema protagonisti anche di due pezzi su attrici altrettanto “gigantesche”, la Hepburn e Greta Garbo.
Un suo viaggio in Liberia e alcuni ricordi di vita familiare sono regali personali che lei fa ai lettori e un saggio “sul romanzo” è una “lezione” (consigli ed esperienza, capacità e competenza) agli aspiranti scrittori.

Da questa raccolta, dalla varietà degli argomenti trattati, dalla capacità di utilizzare con disinvoltura stili e codici linguistici molto diversi fra loro, si percepisce concretamente la grande capacità letteraria di Zadie Smith. E se ne evince un’umiltà di fondo che è tipica di chi svolge il suo compito con passione, serietà e intelligenza. Mai pedante, non mette in scena un soliloquio, un monologo da grande autrice, ma instaura sempre un dialogo alla pari con il lettore.

Cambiare idea è tradotto da Martina Testa. In questi casi una buona traduzione è fondamentale. E questa è ottima.

Annunci

2 pensieri su “Zadie Smith – Cambiare idea

  1. Maila ha detto:

    Carissimi,
    è possibile lasciravi la recensione di un libro? Si intitola “Sul surf e lo zen. Riflessioni sulla vita di un surfista buddista”, di jaimal Yogis. Traduzione italiana di Antonella Rega.
    Attendo vostre
    Grazie
    Miala Nuccilli

    • fra ha detto:

      ciao Maila,
      ti ringrazio per la tua proposta e ti anticipo che questo è uno spazio gestito solo da me (Francesca), non “professionale”; sono solo un’appassionata lettrice che lascia traccia (è nato per gioco con alcuni amici con cui si parlava di libri e letture via mail) di quello che legge.
      Se ancora ti interessa, ti ospito molto volentieri, pubblicando la tua rece con ovviamente (se vuoi) il tuo nome.
      Fammi sapere, così ti mando il mio indirizzo mail sulla tua posta.
      Grazie ancora, a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...