P. Baron e Raffaella R. Ferré – La mia banda suona il porn. La vera storia

80144 edizioni (2009), 160 pagine, euro 9,90
bandaTutti almeno una volta nella vita abbiamo visto un porno. E letto un racconto in bagno. Ma “dietro le quinte” pochi, anzi pochissimi ci sono stati, sia di una casa di produzione cinematografica che di una casa editrice che pubblica “racconti brevi e lunghi da leggere in bagno”. “Backstage” dove nascono le idee, si discutono progetti, si butta tutto all’aria a volte, si cuciono e scuciono rapporti lavorativi e umani.

Questo libro ci porta a spiare nella pre-produzione di film come Kiss me, baby, Pornoveline belle e porcelline, pochi fra i film porno ad avere musiche originali, pensate, studiate, suonate per accompagnare le immagini e non create sbattendo le mani su tasti a caso.

La storia della band che, partita da Secondigliano, andò a “suonare i porn” per la Preziosa Video; e del fondatore della band, che orfano degli altri componenti e di speranze musicali, si trovò su un veliero a creare un’avventura letteraria ed editoriale, Toilet, raccolta di racconti pubblicata inizialmente in modo “casereccio” e diventata un quadrimestrale ben distribuito e conosciuto.

Al di là di una intensa e divertente autobiografia di Paolo Baron, scritta a 2 tastiere con Raffaella Ferré, è una storia su cui sorridere, ridere (alcune parti sono intelligentemente esilaranti), riflettere. Ci si trova dentro il romanzo senza accorgersene e si segue la storia – con tutti i personaggi che gravitano attorno alla vita professionale e privata della band – con forte empatia.
Una storia, che come in un cerchio che si chiude ma non del tutto, parte dalla musica, passa per gli affetti, tocca la letteratura, ma torna sempre dove il cuore batte, scandendo la vita in BPM.

Io sono di parte perché conosco da qualche anno il protagonista e ho profonda stima di lui e delle sue idee, ma vi assicuro che sarà una lettura piacevole – a cominciare dal formato più che tascabile e comodo del volumetto – e curiosa.
Per avere un’idea di cosa significhi “musica pensata, studiata, suonata” dalla band per accompagnare non solo i film porno (ma adatta anche per le vostre calde emozioni private), c’è il cd Play to love (www.playtolove.it). Così, dopo avere letto come nasce un progetto così sui generis potete anche ascoltare il frutto di tante serate passate a vedere “pornazzi” e fare scherzi in chat, soprattutto ai rattusi.
E se volete saperne di più anche sull’altro progetto, di cui si parla ne La mia banda suona il porn, Toilet 17 è in libreria!

Annunci

Un pensiero su “P. Baron e Raffaella R. Ferré – La mia banda suona il porn. La vera storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...