Daniel Pennac – Diario di scuola

Feltrinelli *I Narratori* (2008), 241 pagine, 16 euro

Chi l’avrebbe mai detto che Daniel Pennac, scrittore dalla fantasia fervida e funambolico maestro di parole, sia stato da piccolo un Daniel Pennacchioni somaro.
Un vero asino sui banchi di scuola, che inizia la sua disastrosa carriera scolastica arrancando perfino nell’apprendimento dell’alfabeto, in una esilarante lotta combattuta fra la “a” e la “z”.

Non era uno “studente leccornia”, come lui definisce gli studenti modello, orgoglio degli insegnanti. Vero è che, come Pennac rileva nella sua lunga riflessione fra autobiografia e studio sociologico sul ruolo della scuola e soprattutto degli alunni, meglio se scansafatiche, il vero orgoglio del professore o del maestro dovrebbe essere il somaro.
E se ci si pensa bene il discorso fila perfettamente; che soddisfazione c’è per un insegnante insegnare a chi non vede l’ora di imparare? È un compito troppo semplice se paragonato al voler instillare il sapere a chi va a scuola solo per scaldare il banco.
Sbalorditivo il paragone fra lo studente “difficoltoso” e una rondine che vada a sbattere contro un vetro e abbia bisogno di essere rianimata, seguita, curata.

Intenerisce leggere, col senno di poi e con la consapevolezza di chi sia diventato Pennac, che uno dei pochi compiti a casa assegnatigli da un insegnante e svolto con successo ed estremo piacere fosse proprio la stesura di un romanzo, in corretto francese e che raccontasse una storia.

“Diario di scuola” è un diario della scuola, di quello che è e forse, fra le righe e senza superbia, di ciò che dovrebbe essere se solo alcuni insegnanti ricordassero di essere stati anche loro studenti, “leccornia” o “rondine” che fossero. Anzi, forse una rondine salvata riesce a portare a volare di nuovo molte più rondini di chi è sempre stato al sicuro e “protetto” dalla sua bravura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...