Riccardo Raccis – Il paradosso di Plazzi

minimum fax (2004), 197 pagine, 9 euro

raccis plazziRaccisWorld: tutto ebbe inizio con un Paradosso
Paradosso: conclusione apparentemente inaccettabile, che deriva da premesse apparentemente accettabili per mezzo di un ragionamento apparentemente accettabile (Mark Sainsbury – definizione tratta da Wikipedia)Premessa accettabile: un omicidio premeditato
Ragionamento accettabile: organizzazione di un piano d’azione per mettere in atto l’omicidio perfetto
Conclusione apparentemente inaccettabile: classico “colpo di scena” da noir, sviluppato in modo originale e realmente inaspettato.
Questo è “Il Paradosso di Plazzi”, il romanzo di Riccardo Raccis pubblicato a gennaio 2004 dalla casa editrice minimum fax.
La prefazione di Carlo Lucarelli ci fa subito capire che siamo davanti a qualcosa di veramente nuovo. È un noir, un giallo in piena regola con delitto, indagini, alibi e interrogatori. È, però soprattutto un romanzo, spogliato dai cliché del noir e proiettato nella definizione e nel racconto di personaggi veri, intensi, reali, che vivono in un ambiente ben diverso dai fumosi bar di periferia e dai “classici” motel fuori città.
La storia si svolge in una Firenze “città”, non solo meta turistica come il mondo la conosce, e ha come fulcro una società di informatica. Il protagonista ha a che fare con colleghi ambiziosi e senza scrupoli, un’amica cieca assaggiatrice di whisky, due investigatori che sembrano usciti da un telefilm.“Il Paradosso di Plazzi” è un libro-puzzle, fatto di stimoli, storie e uno stile originale che mescola la narrazione classica a un modo di esprimere emozioni e intenzioni veloce ed efficace.Anche Riccardo Raccis è un puzzle, i cui tasselli sono il suo modo di essere, di apparire, di interagire con i fan e i lettori, i suoi interessi che condivide soprattutto con il “popolo della rete”.
È amministratore del forum ufficiale dei Motorhead – da vero cultore di heavy metal – e si offre al mondo del web con il suo mondo su web: www.raccisworld.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...